“Napoli vista da un napoletano”? Ebbene si, siamo giusti al terzo articolo dedicato a #igersraccontano e questa è la volta di Alberto Fiumicino, un napoletano che con le sue foto su instagram fa sognare ad occhi aperti sulla sua città, su un’identità culturale inconfondibile.

Ma dico sul serio, ve la farà immaginare cullata dal mare e desiderare. Andate a darci un’occhiata  e ditemi se non è così. E quindi, ho scelto lui per fargli le seguenti domande:

 

 

Ciao Alberto, benvenuto sul mio blog. Prima di tutto vorrei chiederti, qual’è il tuo pensiero riguardo questa tua intrigante città? E’ sempre stato lo stesso o il tuo apprezzamento ha avuto una crescita graduale nel tempo?

Innanzitutto ti ringrazio,  mi fa molto piacere poter parlare di Napoli sul tuo blog. Napoli è, per me, una continua scoperta. L’amore per questa città aumenta di giorno in giorno. Sa sempre come lasciarmi a bocca aperta, ogni vicolo nasconde qualcosa di nuovo e meraviglioso. Non è perfetta, nessuna città è perfetta ma, il suo vero pregio, sa farsi amare così com’è.

Processed with VSCO with a9 preset

C’è qualcosa tu pensi si debba sapere a riguardo, qualcosa che probabilmente un turista non sa?

Nel 2015, grazie alla rete, spesso e volentieri ne sanno più i turisti che le persone del posto. Napoli esula un po’ da questo. Non ti nascondo che, ancora oggi, mi capita di perdermi tra le sue stradine. Napoli è la città delle 365 chiese, del centro storico più vasto d’Europa che racchiude ben 27 secoli di storia. Cosa posso consigliare ai turisti? Non date MAI nulla per scontato, seguite l’istinto e godetevi la città …Ovviamente tra una passeggiata, il Cristo Velato e il Palazzo Reale una pizza non può certo mancare 🙂

@albertofiumicino
@albertofiumicino

Ne fotografi spesso vicoli, momenti quotidiani e panni stesi. Cosa rappresentano per te? 

 Le città sono come le persone o meglio le persone sono lo specchio delle città. Se vuoi capirle devi conoscerle e per questo sono molto legato ai momenti quotidiani. Dal fruttivendolo, al pescivendolo, da un semplice caffè preso al centro storico, alle signore che fanno la spesa. Per conoscere meglio Napoli, per me, bisogna conoscere e capire i napoletani. Per quanto riguarda i panni stesi, per me rappresentano tanto. Ci sono città fatte apposta a valorizzare determinate scene e Napoli è tra queste. Sembrerà assurdo ma una semplice maglietta stesa in una città a caso è una cosa,  a Napoli e in altre città  (Venezia ad esempio) assume un qualcosa di poetico e caratteristico.

Processed with VSCO with a9 preset

Quali sono, secondo te, le tappe irrinunciabili per chi vuole trascorrere qualche giorno nella tua splendida città di mare?

Come ti ho già detto, a causa della sua estensione, Napoli è molto dispersiva.

Non basterebbe una vita a visitarla in lungo e in largo. È inutile nominare il lungomare, Piazza del Plebiscito e il centro storico perché mi sembrano abbastanza scontati come tappe obbligatorie. Se avete la fortuna di fermarvi in città per più giorni,  una visita al Palazzo Reale è d’obbligo. Rappresenta a pieno la potenza e la bellezza della Napoli borbonica. Altre mete meravigliose sono Marechiaro, Castel Sant’Elmo, Santa Chiara e la Certosa di San Martino. Inoltre non possono mancare Toledo (la metro più bella al mondo), la Basilica di San Francesco di Paola, il Maschio Angioino e, se avete una buona guida, merita una passeggiata per i Quartieri Spagnoli e la Sanità. Potrei continuare per ore ad elencare, davvero.

Processed with VSCO with a9 preset
Metropolitana di Toledo

napoli

E infine, qual’è il tuo posto preferito tra tutti? Quello che fotografi e ammiri con più entusiasmo negli occhi?

A livello prettamente fotografico, i posti che mi ispirano tanto sono i Quartieri Spagnoli, il centro storico, Santa Lucia e la Sanità. Sono i luoghi in cui si trovano sempre scene di vita nuove e che non mi stancherò mai di fotografare. Detto questo, in generale Napoli facilità molto il lavoro di un fotografo e non mi riferisco solo ai professionisti ovviamente.
Napoli si fotografa da sola: Provare per credere!

 

 

Dunque, sono felice di aver dato spazio ad una città, che ancor di più grazie alle sue immagini, mi attira a se’ in modo magnetico. Mi trasmette autenticità, tradizione, passione, mistero, sapori. Un mix di questi vocaboli mischiati insieme formano l’idea che ho di Napoli. E quindi, mi resta soltanto da dire che spero di poter presto scrivere ” Napoli vista da una fiorentina” 🙂

 

Nel frattempo cambio ancora rotta, mi aspetta un volo per Berlino domani mattina. Con tanta curiosità addosso non vedo l’ora di condividerne dei particolari con voi tra un po’ di giorni. Nel frattempo, se volete rimanere aggiornati, non esitate a sbirciare sul mio profilo instagram!

 

 

 

 

 

18 thoughts on “Napoli vista da un napoletano #igersraccontano

  1. Beh queste foto sono bellissime 😉 ti fanno vedere Napoli ed i suoi scorci con occhi nuovi!!

    1. Per le immagini è merito di Alberto, anche io devo assolutamente rimediare al più presto!:)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *