Il blog è fermo ormai da tempo, qualche mese a dir la verità.
I motivi sono svariati e sono qui per condividerli con voi; ho preso la decisione di soffermarmi su altre priorità per poi ripartire con dedizione e costanza a tempo dovuto.
E il “tempo dovuto” è arrivato proprio adesso.

Eccomi qua, con una coroncina d’alloro in testa e un senso di realizzazione e di fiducia in più.
Sono stati mesi pesanti, una giostra di emozioni continua costellata da difficoltà, imprevisti, corse frenetiche, insicurezze… Ma anche grandi soddisfazioni coinvolgenti.
Un po’ come capita a tutti in alcuni periodi di vita.

Non mi è mai stata fatta pesare la dedizione con la quale ho cercato di perseguire e portare a fondo quest’obiettivo raggiunto e che mi fa dire con orgoglio che da due giorni posso definirmi Dottoressa in Scienze e tecniche psicologiche.
E ancora forse non riesco a realizzare a pieno il traguardo, e il percorso che si sta delineando sempre di più e che mi scorre di fronte.

Nonostante non sia stato un mese semplice, studio a parte.
Nonostante ci sia un fattore ben più grande in famiglia a cui prestare molta attenzione, posso dire di avercela fatta e mi sento di poter dire, tagliando fuori la “me critica”, che sono finalmente fiera di me in modo sincero.
Di essermi fatta spalle larghe, animo determinato e occhi pieni di passione.

Ho iniziato a costruire le fondamenta di quelli che saranno tanti piccoli mattoncini da mettere insieme per veder prendere forma un progetto, un giorno non troppo lontano.

E a proposito di progetti, ho scelto di fermarmi anche dal punto di vista fotografico e di scrittura, ho messo il freno a mano volutamente al fine di prendermi la dovuta attenzione per incanalare certe sensazioni da trasportare poi su parole, su immagini, su idee.
 Inoltre con grande pazienza stavo aspettando un “upgrade” delle mie capacità e dell’attrezzatura con la quale potermi dedicare in modo migliore, qualitativamente parlando, di tutto ciò.
A pennello è calzato il regalo dei miei genitori proprio in onore della mia laurea. Conoscendomi meglio delle loro tasche e sostenendo la mia passione hanno deciso di regalarmi una macchina fotografica che stavo mirando da tempo, la Canon Eos 6d mark II.
Quindi quale miglior momento per poter delineare una nuova partenza?

Sono qui, e lo sarò in modo diverso stavolta.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *