Ci ho pensato un po’ prima di scrivere questo articolo.
Avevo voglia di dar libero sfogo ai miei pensieri, di giocare con i fatidici “propositi per il nuovo anno”, poi mi sono chiesta se fosse giusto creare una sorta di sipario tra due cifre, 2015 e 2016, quando in realtà non finisce e non inizia niente se non un qualcosa che si innesca nella volontà di alcuni di noi.

 

E poi ho smesso di pensare.

E poi ho scritto.

 

 

Innanzitutto voglio, e non “vorrei”, continuare ad essere con il sorriso stampato sulla faccia, voglio poter prendere alcune cose con più leggerezza, non piangermi troppo addosso, non dilungarmi a pensare sempre a quel genere di domande che solitamente non hanno nemmeno molte risposte.

iooggi_MG_5907

 

Voglio credere di più in me stessa, darmi fiducia, sentirmi più sicura, criticarmi come faccio ma con un limite: Quello di non ripetermi spesso che gli altri fanno sicuramente meglio quel che io provo a fare.

 

 

Voglio essere meno timida, avere meno vergogna di alcune cose, pensieri, sentimenti e azioni che provo.
Ad esempio questo blog: Nasce da una volontà forte e si sviluppa come una timidezza.
Mi piacerebbe poter esser capita, letta da varie persone, in modo da confrontarmici, ascoltare pareri, leggerne critiche e storie.
Dall’altro lato c’è qualcosa dentro di me, che è sicuramente spinto dalla “Signorina insicurezza”, che tende a nascondere a conoscenti e amici questo mio spazio virtuale al quale già tengo molto.
Penso già, e sto subito infrangendo ahimè il mio proposito, a quanto mi imbarazzerà condividere questo articolo.

 

IuuuuMG_3928

 

Voglio essere accompagnata dal mare, più spesso.
L’ho sempre amato, mi calma, mi scioglie pensieri annodati in testa, mi ispira..
Avendolo a meno di un’ora da casa vorrei sfruttare questa breve distanza e avvicinarmici più di frequente.

 

IMG_1610

 

 

Voglio dedicare più tempo alla lettura.
Chi mi conosce bene lo sa, divoro libri letteralmente.
Anche due a settimana.
Quando ho tempo però.
Infatti spesso in questo anno passato mi sono ritrovata a pensare di aver poco tempo da dedicarvic arrivando al mio momento in cui in genere leggo, la sera, molto stanca e poco entusiasta di sfogliare pagine.

Questo perché spesso rimpiazzavo quelle ore di energie e “relax” ritagliate dalla giornata sulla tecnologia, mettendo un po’ in un angolo la carta, che talvolta adoro.

 

 

A proposito di carta.
Voglio scrivere di più.
Questo già lo faccio molto, ma in preda alla quotidianità frenetica di sempre le pagine dell’agenda in alcuni periodi stanno chiuse per troppo.
E invece voglio imprimere nero su bianco tutte le mie sensazioni: Credo che serva molto a crescere, e a capirsi.
E vorrò farlo anche qui; Aprirmi di più, lasciarmi andare, raccontare, emozionarmi, ironizzare.

 

 

 

Voglio viaggiare di più, tempo e possibilità permettendo.
Penso che sia uno dei propositi più forti: Mi piacerebbe davvero girare al meglio l’Italia, come ho già scritto, riscoprire vari lati della mia Toscana, di Firenze, perché non penso di voler smettere di scoprirne ancora.
E poi fare quel genere di viaggi al di fuori, quelli che desidero da tanto.
Mi incuriosiscono il Marocco, La Thailandia, l’immensa America, il Giappone, Il Portogallo, l’Olanda..
Ma allo stesso tempo tornerei con immenso piacere per una terza volta a Parigi.
E starei qui a fare una lista infinita di posti che amerei visitare in compagnia di Lorenzo, delle mie amiche di sempre oppure perché no, con mia mamma.
Quante volte mi sono immaginata un viaggio io e lei…
Chissà se sarà possibile prelevarla dalla routine quotidiana  e alleggerirla anche solo per un po’ in questo 2016.

 

VeNEZIAAAAAAAAAAAAMG_1266

 

 

Voglio dedicarmi maggiormente alla fotografia, fare di questa passione un qualcosa di più, o almeno provarci.
Da un po’ di tempo a questa parte non riesco a separarmi dalla mia Reflex ogni volta che mi sposto da casa e credo di dover cominciare a rimboccarmi le maniche per conoscere al meglio tutto ciò che c’è dietro al fotografare.

 

 

Voglio appassionarmi a qualcosa di nuovo.
Scoprire, se possibile, un qualcosa che mi piace fare e di cui non sono ancora a conoscenza.
E’ sempre stimolante scoprire un nuovo lato di se’ stessi.
Magari capiterà con la cucina (Già adoro fare dolci) che mi sta incuriosendo nell’ultimo periodo, perché no.

 

 

E infine, sembrerà banale ma tra i miei propositi devo inserire assolutamente anche questo: Voglio dedicarmi il più possibile alla mia famiglia, a mia nonna che si dovrà rimboccare le maniche un po’ da sola, ai miei genitori di cui vado fiera e ai quali vorrei regalare qualche soddisfazione e momento di spensieratezza e a qualcun’altro che entrerà a farne parte a breve.

 


E poi, se in mezzo a tutto questo riuscissi ad organizzare al meglio il mio percorso universitario a Psicologia, e far tutto secondo i piani, sarebbe il massimo.
Ma questo è più un “obbligo”, che un proposito, che mi sono auto-imposta fin da subito.

 

IOSOFFIA_MG_6055

 

 

Credo che scrivere i propri buoni propositi per i mesi a venire, oltre che pensarli, serva a renderli più veri, più fattibili.
Non si ha più scampo.


Perché quando li pensiamo nella testa poi fanno veloce a svanire, a dissolversi un po’.

Così invece è come se li avessi sempre a portata di sguardo, pronti a sbattermi in faccia la realtà come a dirmi : “Su forza! Non startene lì con le mani in mano!

 

Quindi eccoli qua. 
Non ho poche pretese magari, ma io sono determinata.

 

3 thoughts on “I buoni propositi per il 2016, tiro le somme”

  1. E brava Alice, piena di buoni propositi e progetti 😉
    Ne condivido parecchi e anche per me alcuni vanno messi nero su bianco. Tu poi sei andata anche oltre rendendoli di pubblico dominio e ora avrai una marea di gente che a fine anno sarà lì pronta a fare la spunta con te ?
    Tornando ad essere seri, brava. Brava per come scrivi (ma ormai è cosa nota) e brava per il coraggio di mettere fuori tutte queste cose per certi versi molto private e coglierci una determinazione nuova tutta per te!

  2. Tutti ottimi propositi per questo 2016! Brava Alice! Ti auguro di poterli realizzare tutti, soprattutto il primo: non perdere mai il sorriso! Un bacione e a presto! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *